Suggerimenti per affrontare a casa: consigli di un giornalista dello stile di vita

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 39 Secondo

Times Insider spiega chi siamo e cosa facciamo e fornisce approfondimenti dietro le quinte su come si fonda il nostro giornalismo.

Mentre rimaniamo in quarantena, incerti se la corsa lenta verso la normalità è di qualche miglio in più o di un milione, Melissa Kirsch, un’editrice di cultura e stile di vita, fa parte di un team del New York Times che passa molto tempo a pensare a per abbracciare una vita piena e appagante in isolamento. Abbiamo chiesto alla signora Kirsch, che scrive la newsletter At Home, per condividere ciò che ha imparato nell’ultimo anno e parlare di alcune delle sue strategie per vivere bene in un periodo incerto. I seguenti sono i suoi commenti modificati.

Dammi qualcosa per cui guardare avanti. Il lunedì sera, mi incontro con due amici su FaceTime per guardare un documentario sul crimine. Non parliamo durante il film, ma averli nella stanza, anche su uno schermo, rende l’esperienza più emozionante. Se la mia energia inizia a diminuire nel bel mezzo di un lunedì pomeriggio, ricorderò che è la serata del cinema e proverò sollievo e attesa. Non è un vero film in un teatro, ma sembra comunque speciale.

Pensa a come voglio guardare indietro a questo periodo. Mi ritrovo a cercare consapevolmente di fare cose che mi faranno sentire meglio con questa esperienza in futuro. Ciò può significare leggere di più o cucinare di più o cercare di essere creativo sui modi in cui mi connetto con altre persone, come scrivere lettere o incontrare persone per passeggiate al freddo. Non voglio che quest’anno si trasformi in una sfocatura di chat Zoom e Netflix.

Annota i piccoli dettagli. Tengo un diario di bordo, un’idea che ho avuto dall’artista Austin Kleon. Ogni giorno, o più spesso che posso, cerco di scrivere i dettagli più banali della giornata. Oggi potrei scrivere qualcosa sul fatto che ho riscaldato il farro per pranzo o che ho parlato con qualcuno al Times di un problema con il computer. Quei piccoli dettagli che compongono una giornata sono le cose che dimenticheremo quando guarderemo indietro a questo momento. Spero che quando li avrò letti tra un decennio da adesso, la carnagione dei giorni prenderà vita: com’era davvero, separato dalla narrativa più ampia di “un anno in quarantena”.

Comportati come se fossi una persona con uno scopo. Cerco di dare un po ‘di struttura alla giornata, anche se è solo rifacendo il letto, facendo la doccia e uscendo di casa come prima cosa la mattina anche per una breve passeggiata prima del lavoro. Fare queste cose mi aiuta davvero a sentirmi normale. Un’altra cosa è l’ora di andare a letto. Andare a letto a un orario ragionevole ha contribuito a mantenere una sorta di armatura per i giorni.

Differenzia i miei giorni. Voglio davvero migliorare nel demarcare chiaramente il fine settimana dalla settimana. Normalmente pensiamo al fine settimana come un momento per rallentare. Ogni giorno è così simile a quello precedente, quindi sto cercando di vedere il fine settimana come un momento per accelerare. Quindi potrei avere un incontro all’aperto socialmente lontano con un amico nel bel mezzo della giornata e incontrarmi con un altro amico la sera, e spremere in cucina, pulire e fare commissioni. Non ho un pendolarismo o un programma sociale, quindi tendo a non aver bisogno di più tempi morti per riprendermi dalla settimana; Ho bisogno di tempo.

Rendi l’attività fisica parte della mia vita “sociale”. Quando la mia vita quotidiana è frenetica e caotica, spesso tratto l’esercizio come un’attività da solista, un breve periodo di tempo per la contemplazione prima di impegnarmi nuovamente con il mondo. Dato che in questi giorni gran parte del mio tempo è già stato svincolato dal mondo, ho iniziato a fare jogging senza cuffie, cercando di sfruttare apposta i momenti in cui sono fuori casa e intorno ad altre persone, anche se non lo sono. interagendo deliberatamente con loro. Ho fatto jogging di proposito lungo la strada che ha posti a sedere in un ristorante all’aperto o un parco giochi, percorsi che avrei evitato prima. In questo modo, non mi sto solo esercitando per mantenere la mia mente e il mio corpo in forma, ma anche per abitare il mio quartiere, per sentire come siamo tutti collegati, vivendo le nostre vite in parallelo.

Cerca informazioni. Che si tratti di fare jogging in un luogo più popolato o di fare intenzionalmente una passeggiata da qualche parte con più negozi e più cose da guardare, cerco di fare di ogni uscita un esercizio per ricostituire la mia esperienza del mondo. I nostri pensieri, azioni e creatività sono ispirati dalle persone e dalle cose che ci circondano. E quando abbiamo persone e cose limitate intorno a noi, la vita diventa più piccola. Anche se stiamo distanziando socialmente, abbiamo ancora bisogno di interazioni sociali, input di informazioni che mantengano la nostra mente acuta e le nostre personalità interessanti.

Crea una piccola routine. Queste possono essere piccole cose piacevoli. Una routine non deve essere un sistema elaborato e punitivo che imponi nella tua giornata. Piuttosto, puoi prendere le piccole cose che fai ogni giorno e continuare a farle. Puoi decidere che prendi il caffè sulla veranda ogni mattina o che porti a spasso il tuo cane all’una di notte. Faccio il mio letto ogni mattina e faccio le parole crociate durante il pranzo. Questi sono elementi piuttosto rudimentali di una giornata, ma sono due poli tra i quali appendere le ore del mattino. Tutto ciò che fai regolarmente e con intenzione può dare alla giornata una forma e un significato.

#Suggerimenti #affrontare #casa #consigli #giornalista #dello #stile #vita

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *