Un gruppo di CDC si riunirà oggi sulla pausa del vaccino Johnson & Johnson.

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 36 Secondo

Il comitato consultivo indipendente sui vaccini dei Centers for Disease Control and Prevention si riunisce oggi per esaminare le ultime scoperte su un potenziale effetto collaterale raro che ha portato a una pausa nell’uso del vaccino Johnson & Johnson Covid-19.

Se il comitato, il comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione, decide che i benefici del vaccino superano il rischio potenziale, è probabile che il governo metta fine alla pausa.

L’incontro arriva 10 giorni dopo il governo degli Stati Uniti consigliato che le vaccinazioni con il vaccino Johnson & Johnson Covid-19 siano state interrotte mentre i ricercatori hanno indagato su sei segnalazioni di insoliti coaguli di sangue su 6,8 milioni di persone che l’avevano ricevuto.

Alti funzionari ha detto in interviste al New York Times che avevano trovato alcuni casi aggiuntivi dei rari coaguli di sangue, ma non avrebbero specificato quanti. Hanno detto che il tasso complessivo non sembra essere cambiato in modo significativo dalla scorsa settimana.

Il comitato potrebbe raccomandare a Johnson & Johnson di aggiungere un’etichetta di avvertimento formale sull’effetto collaterale, come ha fatto l’azienda nell’Unione europea. Circa 10 milioni di dosi o più del vaccino, prodotto nello stabilimento dell’azienda nei Paesi Bassi, sono sugli scaffali degli Stati Uniti e potrebbero essere distribuite immediatamente.

L’incontro avviene mentre il governo federale sta anche indagando sui problemi in una fabbrica di Baltimora che era prevista per aiutare a soddisfare la domanda del paese. Emergent BioSolutions, l’operatore dell’impianto, ha prodotto decine di milioni di dosi del vaccino di Johnson & Johnson, ma non possono essere distribuite fino a quando le autorità di regolamentazione non certificheranno l’impianto.

Dopo che Emergent ha dovuto scartare fino a 15 milioni di dosi potenzialmente contaminate del vaccino il mese scorso, i regolatori federali ha condotto un’ispezione che ha riscontrato una serie di problemi, compreso il rischio che altri lotti potessero essere contaminati.

La pausa della scorsa settimana ha seguito le segnalazioni di sei donne che hanno sperimentato un raro tipo di coagulo di sangue nel cervello entro tre settimane dalla somministrazione del vaccino Johnson & Johnson. I coaguli erano accompagnati da un insolito calo delle piastrine, componenti del sangue che normalmente aiutano a guarire le ferite.

Giovedì, le autorità sanitarie dell’Oregon ha riferito che una morte era oggetto di indagine per una possibile connessione al vaccino Johnson & Johnson. La donna che morì aveva circa 50 anni e presentava sintomi compatibili con i casi di coagulazione del sangue identificati in altri otto riceventi Johnson & Johnson negli Stati Uniti Il dottor Shimi Sharief, consigliere sanitario senior dell’autorità sanitaria statale, ha sottolineato che non era noto se la donna fosse la morte era correlata al vaccino.

Il comitato CDC si è riunito il giorno dopo l’annuncio e un rappresentante di Johnson & Johnson ha fornito dettagli sui sei casi, insieme ad altri due. Piuttosto che votare, il pannello ha deciso di tenere una seconda riunione la settimana successiva, dando loro il tempo di valutare meglio i dati.

I regolatori europei, che hanno anche esaminato i colpi, ha detto martedì che consentirebbero la ripresa di queste vaccinazioni con l’aggiunta di un’etichetta di avvertimento formale.

#gruppo #CDC #riunirà #oggi #sulla #pausa #del #vaccino #Johnson #Johnson

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *