Un igienista aveva Covid. Il mio dentista non avrebbe dovuto dirmelo?

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 7 Secondo

Non sei obbligato consigliare un conoscente per un lavoro solo perché lo chiede. E se lo fai, non dovresti nascondere i difetti rilevanti per quel lavoro. Ma la tua resistenza a raccomandare questa persona non sembra essere che pensi che non farebbe un buon lavoro; è che disapprovi il suo comportamento durante la pandemia.

Da un punto di vista empirico, tuttavia, c’è motivo di dubitare che i tratti caratteriali delle persone siano “globali”: che il contabile attento è un guidatore attento, che il coniuge infedele è un amico sleale, che il responsabile del prodotto efficace condividerà le tue preoccupazioni sensibili su viaggiare e socializzare. Quindi sì, è un grande salto logico.

Tuttavia, hai il diritto di rifiutare di raccomandarlo perché pensi che non abbia mostrato interesse per il bene comune; come questione etica, puoi negare un favore a qualcuno che, a tuo avviso, manca di una virtù importante. Quello che non puoi fare è dire che lo consiglierai e poi non farlo.

Sono in un gruppo ad alto rischio, idoneo per una vaccinazione Covid sia nello stato in cui vivo che in uno stato vicino. Il mio stato sta facendo un pessimo lavoro nella distribuzione dei vaccini e non sono riuscito a ottenere un appuntamento. Ma lo stato vicino ha un sistema fantastico. Un amico che vive lì mi ha preso un appuntamento. So che non chiedono il tuo indirizzo quando arrivi per l’appuntamento, il che suggerisce che non sono eccessivamente preoccupati per la residenza e il mio amico non mi ha travisato quando mi ha firmato. Ho ragione a provare ugualmente una fitta di colpa? Nome nascosto

Diversi stati hanno approcci diversi. Il nostro obiettivo collettivo, come nazione, è quello di vaccinare quante più persone, specialmente quelle particolarmente a rischio, il più rapidamente possibile. Ma poiché agli stati vengono assegnati vaccini sulla base della loro popolazione, alcuni stanno prendendo una linea ferma, limitando le vaccinazioni a coloro che vivono o lavorano lì; possono richiedere documentazione o almeno un’auto-attestazione a tal fine. Altri funzionari statali sembrano a posto nel lasciare che i visitatori entrino in fila. Finché non ti travisi in nessun momento, puoi procedere con una coscienza facile.


Kwame Anthony Appiah insegna filosofia alla NYU I suoi libri includono “Cosmopolitanism”, “The Honor Code” e “The Lies That Bind: Rethinking Identity”. Per inviare una query: inviare un’e-mail a ethicist@nytimes.com; o inviare una mail a The Ethicist, The New York Times Magazine, 620 Eighth Avenue, New York, NY 10018 (Includere un numero di telefono diurno).

#igienista #aveva #Covid #mio #dentista #avrebbe #dovuto #dirmelo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *