Vaccino AstraZeneca e coaguli di sangue: cosa si sa finora

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 46 Secondo

Tuttavia, i ricercatori tedeschi hanno affermato che quei coaguli apparivano più frequentemente nei destinatari del vaccino AstraZeneca-Oxford di quanto ci si aspetterebbe nelle persone che non avevano mai ricevuto l’iniezione.

I regolatori europei avevano raccomandato che i destinatari del vaccino cercassero assistenza medica per una serie di possibili sintomi, inclusi gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente, mal di testa grave e persistente o visione offuscata e minuscole macchie di sangue sotto la pelle oltre l’area in cui è stata praticata l’iniezione.

Ma quella serie di sintomi era così vaga che quasi immediatamente, i pronto soccorso britannici hanno subito un aumento dei pazienti che erano preoccupati di adattarsi alla descrizione. Di conseguenza, alcuni medici del pronto soccorso hanno chiesto una guida più centrale su come gestire quelle che hanno descritto come visite ospedaliere in gran parte non necessarie.

Ricercatori tedeschi hanno descritto esami del sangue specializzati che possono essere utilizzati per diagnosticare il disturbo e suggerito un trattamento con un prodotto sanguigno chiamato immunoglobulina per via endovenosa, che viene utilizzato per trattare vari disturbi immunitari.

Possono essere somministrati anche farmaci chiamati anticoagulanti o anticoagulanti, ma non uno di uso comune – eparina – perché la condizione correlata al vaccino è molto simile a quella che si verifica, raramente, nelle persone a cui è stata somministrata eparina.

Altri vaccini, in particolare quello somministrato ai bambini per morbillo, parotite e rosolia, sono stati collegati a livelli temporaneamente ridotti di piastrine, un componente del sangue essenziale per la coagulazione.

Livelli di piastrine abbassati sono stati segnalati in un piccolo numero di pazienti che ricevevano Moderna, Pfizer-BioNTech e AstraZeneca vaccini. Un destinatario, un medico in Florida, è morto da un’emorragia cerebrale quando i suoi livelli piastrinici non potevano essere ripristinati e altri sono stati ricoverati in ospedale. Funzionari sanitari statunitensi hanno affermato che i casi sono in corso di indagine, ma non hanno riportato i risultati di tali revisioni e devono ancora indicare che esiste un collegamento con i vaccini.

#Vaccino #AstraZeneca #coaguli #sangue #cosa #finora

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *