Vecchi cani, nuove ricerche e i segreti dell’invecchiamento

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 26 Secondo

I cani attraversano le fasi della loro vita, proprio come fanno le persone, come è ovvio per chiunque abbia visto il loro compagno con le gambe rigide e il muso bianco alzarsi per fare un’altra passeggiata.

Poeti da Omero a Pablo Neruda hanno preso atto. Come hanno cantanti folk e narratori di storie. Ora la scienza sta prendendo una svolta, nella speranza che la ricerca su come crescono e invecchiano i cani ci aiuti a capire come invecchiano gli esseri umani. E, come i poeti prima di loro, gli scienziati stanno trovando paralleli tra le due specie.

La loro ricerca finora mostra che i cani sono simili a noi in modi importanti, come il modo in cui si comportano durante l’adolescenza e la vecchiaia e cosa succede nel loro DNA quando invecchiano. Possono essere ciò che gli scienziati chiamano un “modello” per l’invecchiamento umano, una specie che possiamo studiare per saperne di più su come invecchiamo e forse su come invecchiare meglio.

Più recentemente, i ricercatori di Vienna hanno scoperto che la personalità dei cani cambia nel tempo. Sembrano addolcire allo stesso modo della maggior parte degli umani. La parte più intrigante di questo studio è che, come le persone, alcuni cani sono appena nati vecchi, vale a dire relativamente stabili e maturi, il tipo di cucciolo che sembra pronto per un cardigan del signor Rogers. “Questo è il professor Spot, per te, grazie, e potremmo essere un po ‘più ordinati quando versiamo le crocchette nel mio piatto?”

Intendiamoci, i cani da studio di Vienna erano tutti Border Collie, quindi sono un po ‘sorpreso che qualcuno di loro fosse maturo. Ciò suggerirebbe una certa calma, una volontà di inclinare la testa e una musa che non sembra adattarsi alla razza, con il suo disperato desiderio di essere costantemente a caccia di pecore, oche, bambini o frisbee.

Un altro articolo recente è giunto alla conclusione inquietante che il file il calcolo di sette anni canini per ogni anno umano non è accurato. Per calcolare gli anni del cane, ora devi moltiplicare il logaritmo naturale dell’età di un cane in anni umani per 16 e poi aggiungere 31. È chiaro? In realtà non è così difficile come sembra, purché si disponga di una calcolatrice o di un accesso a Internet. Ad esempio, il logaritmo naturale di 6 è 1,8, all’incirca, che moltiplicato per 16 è circa 29, che, più 31, è 60. OK, non è così facile, anche con Internet.

Per portare a casa i confronti, i ricercatori hanno confrontato un Labrador retriever invecchiato con un Tom Hanks che invecchia. Hanno usato un laboratorio perché è il tipo di cane che hanno studiato. E hanno usato Tom Hanks, perché, beh, tutti conoscono Tom Hanks. Per la maggior parte di noi, ovviamente, non c’è piacere nel vedere un cane invecchiare, ma vedere anche un’amata celebrità soggetta all’irresistibile marcia del tempo è in qualche modo rassicurante. In futuro, la lista A potrebbe essere in grado di acquistare l’immortalità, ma non ancora.

Tuttavia, i cani adolescenti non tormentano le loro madri reali. Si lamentano con i loro umani. Ciò significa un doppio smacco per alcuni proprietari di animali domestici. Se vi capita di avere figli umani adolescenti e cani adolescenti e siete tutti bloccati a casa nelle immediate vicinanze a causa di una pandemia mondiale di coronavirus, allora tutto quello che posso dire è che sono necessarie ulteriori ricerche.

Forse non dovrei essere irriverente su questi progetti di ricerca. Coinvolgono un lavoro innovativo e potrebbero portare a conclusioni potenzialmente importanti. Prendi quella carta con i logaritmi naturali, per esempio. Per giungere a queste conclusioni i ricercatori hanno cercato modelli di cambiamenti chimici nel DNA, un processo chiamato metilazione che non altera il contenuto dei geni, ma cambia la loro attività.

I test di laboratorio possono dire quanti anni ha un essere umano solo dal modello di metilazione. Grazie a questa ricerca si può fare lo stesso per i cani. I risultati aiuteranno i ricercatori che studiano l’invecchiamento nei cani a tradurre i risultati all’uomo. Nessuna di queste ricerche è stata condotta su cani tenuti in laboratorio. Tutti i cani nello studio comparativo sull’invecchiamento erano Labrador retriever da compagnia ei proprietari hanno dato il permesso per i campioni di sangue.

Gli scienziati non sono sicuri se il declino fisico osservato nell’invecchiamento nei cani e negli esseri umani, in effetti in tutti i mammiferi, sia correlato al processo di sviluppo nella vita precedente, o se il declino sia un processo completamente diverso. I ricercatori hanno scoperto che il modello di metilazione suggerisce che gli stessi geni possono essere coinvolti in entrambi i processi.

Sono importanti metodi validi per confrontare l’età del cane e quella dell’uomo. I cani sono sempre più visti come buoni modelli per l’invecchiamento umano perché ne soffrono in molti modi allo stesso modo degli umani. Come la Progetto Dog Aging, che sta raccogliendo informazioni genetiche e di altro tipo da un vasto numero di cani da compagnia, lo mette sul suo sito web, l’obiettivo della ricerca è “Vita più lunga e più sana per tutti i cani … e per i loro umani”.

Come essere umano che invecchia, non posso criticare questo approccio. Nel 2018 il co-direttore del progetto, Daniel. EL Promislow presso l’Università di Washington, Seattle, ha esposto le ragioni per cui i cani sono un buon animale in cui studiare l’invecchiamento e ottenere risultati che aiuteranno le persone. In sostanza, soffrono di molti disturbi simili, come “obesità, artrite, ipotiroidismo e diabete”. Non è tutto ovviamente, ma quando immaginiamo che un vecchio cane cammini in modo divertente per le stesse ragioni per cui lo facciamo (fa male), non siamo antropomorfi.

Elinor Karlsson del Broad Institute ha descritto la sua ricerca sulla genomica e sui cani: “Una delle cose a cui siamo veramente interessati è capire, prima di tutto, se ci sono cose nel DNA dei cani che puoi trovare che spiegano effettivamente perché alcuni di loro vivono un tempo notevolmente lungo. ” Questi risultati potrebbero essere utili per estendere l’invecchiamento sano nelle persone.

Lo studio sui cambiamenti della personalità del cane nel tempo ha utilizzato Border collie che facevano parte del Clever Dog Project dell’Università di Vienna. I Border Collie erano tutti compagni, offerti volontariamente dai loro proprietari umani. Si dice che gli esseri umani diventino più accomodanti, stabili e gradevoli con l’avanzare dell’età. Tutti possiamo pensare alle eccezioni, probabilmente nella nostra stessa famiglia, ma le statistiche complessive non possono prevedere il comportamento di valori anomali come zio Rasputin o zia Ratchet.

Come testate la personalità del cane? I Border Collie sono stati sottoposti a molti test diversi. In uno, uno sconosciuto entra in una stanza e accarezza il cane. In un altro, i proprietari vestono i loro cani con magliette umane. Un quinto dei proprietari di cani ha ammesso di averlo fatto prima, da solo, non per scopi di ricerca. In un altro test, i proprietari fanno penzolare una salsiccia davanti ai loro cani appena fuori dalla loro portata per un minuto circa. Siate certi che questo è stato approvato da un comitato etico e che i cani sono stati nutriti con le salsicce una volta scaduto il tempo.

I ricercatori hanno scoperto che i cani cambiano man mano che invecchiano proprio come fanno le persone. Diventano meno attivi e meno ansiosi. Ma uno degli autori dello studio, Borbalu Turcsan, dell’Università Eötvös Loránd di Budapest, ha notato che alcuni cani non cambiano così tanto nel tempo. “Le persone con profili di personalità più maturi cambiano meno con l’avanzare dell’età”, ha detto. “E abbiamo trovato esattamente lo stesso nel caso dei cani.”

La fine dell’invecchiamento è ovviamente la stessa nel cane e nell’uomo. I cani ci arrivano più velocemente. Questa è una cosa che rende il cane un “buon modello per l’invecchiamento umano e la mortalità”, come ha scritto il dottor Promislow.

“I cani invecchiano molto più velocemente delle persone”, ha spiegato il dottor Karlsson del Broad Institute. “E quindi, se vuoi studiare l’invecchiamento con l’idea che vuoi aiutare le persone nel corso della nostra vita, allora vuoi essere in grado di studiare qualcosa che sta invecchiando molto più velocemente di noi. Puoi impararlo più rapidamente che aspettare ottant’anni prima che qualcuno muoia “.

Su questo punto, ovviamente, ciò che è un vantaggio per la scienza è una grande tristezza per gli amanti dei cani. I cani muoiono troppo presto. E sta a noi testimoniarlo, più e più volte. Non è mai facile. Come una versione di la canzone popolare, “Old Blue,“Ce l’ha,” Old Blue è morto ed è morto così duramente, ha scosso la terra nel mio cortile. “

Qui, dove ci vengono meno le consolazioni della scienza, la poesia può ricordarci di cosa sono i cani a farci affrontare la brevità della loro vita. Nel, “A Dog has Died”, Pablo Neruda descrive il suo cane, in gioventù, in spiaggia:

Gioioso, gioioso, gioioso,

come solo i cani sanno essere felici

con la sola autonomia

del loro spirito spudorato.

#Vecchi #cani #nuove #ricerche #segreti #dellinvecchiamento

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *